COULIBALY, IL “RACCOGLITORE” DI NOCCIOLE

Bakoutiè è un nostro ospite del Mali residente a Serravalle d’Asti. E’ una persona davvero particolare in quanto quando è arrivato non ha avuto difficoltà ad ammettere che non è mai andato a scuola e quindi non ha mai avuto nessun tipo di istruzione di questo genere e per questo analfabeta.
Tuttavia, si impegnato a imparare a leggere e scrivere e ci è riuscito abbastanza bene, grazie anche all’aiuto e alla pazienza degli operatori.
Perchè “raccoglitore di nocciole”?
Bakoutiè è riuscito a trovare un lavoro come bracciante agricolo in una azienda locale e, quando è stato il momento di fare la carta d’identità, al momento della richiesta “occupazione?” ha risposto “raccoglitore di nocciole” e la impiegata dall’altra parte del banco, volete per la fretta o per un sottile senso di ironia, ha scritto sul suo documento proprio “raccoglitore di nocciole” richiamando l’immagine di una persona che cataloga le nocciole in un quadernone ad anelli.

“Il rapporto tra l’alfabetismo e l’analfabetismo è costante, ma al giorno d’oggi gli analfabeti sanno leggere.”
EUGENIO MONTALE